IL CONCETTO DI ECONOMIA CIRCOLARE

Da molti anni e in vari ambiti si stanno portando avanti studi per poter trasformare i rifiuti in qualcosa di riutilizzabile, che possa allo stesso tempo essere economicamente e ambientalmente sotenibile.

È in questo contesto che, a partire dalla fine degli anni 80, è incominciato ad emergere il concetto di "Circular Economy".

Nell'economia circolare il principio base è che ciò che normalmente si getta nei rifiuti possa essere trasformato in qualcos'altro di utile. Che possa, anziché inquinare, contribuire a creare ricchezza.
È un modello economico implementabile sia localmente sia globalmente e che separa lo sviluppo economico e la crescita dalla necessità di ricorrere in modo illimitato alle risorse naturali, stabilendo allo stesso tempo i fondamentali per realizzare un modello economico durevole nel tempo.

L'economia circolare, che si ispira alla natura e allo studio dei suoi sistemi e del loro equilibrio, porta a un nuovo modello economico che a sua volta crea opportunità di business alternativi. L'economia circolare può realmente rappresentare una soluzione pratica per l'emergente crisi delle risorse del pianeta. Molte delle riserve di risorse chiave come metalli nobili, terre rare e alcuni minerali stanno rapidamente esaurendosi mentre i costi per la loro estrazione sono in costante aumento.
Richard Girling (nel suo libro "Rubbish!" pubblicato nel 2005) afferma che il 90% delle materie prime utilizzate nella produzione diventa rifiuto prima che il prodotto esca dalla fabbrica, mentre l'80% dei prodotti venduti viene buttato via entro i primi sei mesi di vita. Un'economia circolare potrebbe contribuire a stabilizzare questi problemi disaccoppiando la crescita economica dal consumo di risorse.
Secondo analisi effettuate da McKinsey si stima che uno spostamento verso una circolarità dell'economia potrebbe aggiungere circa 1.000 miliardi di dollari all'anno all'economia globale entro il 2025 e creare moltissimi nuovi posti di lavoro.

McKinsey sostiene inoltre che un sottoinsieme del settore manifatturiero europeo potrebbe realizzare risparmi netti sui costi delle materie fino ad un valore di 630 miliardi di dollari all'anno entro il 2025.
I concetti di base della circular economy sono stati investigati e definiti nelle loro attuali linee guida da vari studiosi, università ed enti governativi. Tra tutti sicuramente spicca il lavoro portato avanti dalla Ellen MacArthur Foundation, un ente la cui missione principale è quella di favorire la transizione di imprese e consumatori verso un modello economico di tipo circolare in cui le risorse possano essere utilizzate in maniera sostenibile.